FEDERPOL NOTIZIE - Dicembre 2005 - Parte 1

Hanno capito!

L’investigazione privata è lavoro di rilevanza sociale

Vecchie diatribe e velleità lobbistiche non sono valse a relegare l’investigazione privata ad attività di supporto all’avvocato penalista, se mai ci fosse stato spazio.
Tre anni di lavoro preparatorio istituzionale, di abbattimento delle diffidenze e preconcetti, la trasformazione di rapporti da antagonisti in alleanze, hanno posizionato la Federpol ad assumere un ruolo di tutto rispetto, in linea con l’attività associativa e la serietà professionale dimostrata dall’epoca della sua fondazione.
Per quanto mi riguarda tutto ha inizio nel luglio 2003 quando udii le seguenti parole: “Voi investigatori privati fate solo indagini penali …. ..Perché? Fate anche altro?…”
Erano le parole dell’On. Filippo Ascierto, pronunciate davanti all’intero Consiglio Esecutivo (allora ero Segretario Generale).
Quadro politico pessimo, con una volontà legislativa già delineata e attività lobbistiche già attuate. Il lavoro prospettato era immane anche considerato che qualcuno remava contro. Da quel momento è iniziata una forte opera di sensibilizzazione e i risultati sono arrivati.
Dapprima l’on. Maurizio Fistarol (Margherita) volle veder chiaro sulla nostra vicenda; poi l’on. Marcella Lucidi (DS) chiese più incontri chiarificatori, per dettagliare quale attività di fatto noi svolgessimo, coinvolgendo immediatamente tutte le forze di opposizione. Successivamente, ed a raffica, è stato un susseguirsi di richieste di collaborazione e approfondimenti da parte di esponenti politici, fino agli onorevoli Ascierto, Nespoli e Saia (A.N.).
Voglio chiudere con le parole dello stesso On. Ascierto pronunciate circa due mesi fa: “…ma certo che il vostro è un lavoro di rilevanza sociale,  dobbiamo rivedere i vostri emendamenti e suggerimenti. . . .”.
Era cambiato il quadro. A questo proposito un supporto speciale e diretto è pervenuto dalla Collega Stella Sole, che tempestivamente ha sempre messo a disposizione le sue conoscenze dirette.
Mentre scrivo, devo cambiare il finale, perché da giorni sto ricevendo lettere e messaggi da parte di Colleghe e Colleghi di tutt’Italia, conosciuti e non, che manifestano profonda stima e apprezzamento tecnico per il lavoro che ho svolto e sto svolgendo.
Auguro a tutti serene feste ed un auspicio per un prospero anno nuovo.
Un sentito grazie a tutti.
Le Vostre lettere sono un grande sostegno. Laura Giuliani

Presidente Nazionale Federpol